Uncategorized

Perche’ la MEDITAZIONE fa bene.


La meditazione è una importante alleata , uno strumento potente per far crescere la tua consapevolezza, migliorare l’ umore, gestire lo stress,avvicinarti alla spiritualita’ .
Meditare ti aiuta a sintonizzarti con l’ assoluto che e’ uno spazio tempo molto piu’ dilatato ed indefinito in cui ti identifichi col tuo se’ profondo , e perdi i contorni della personalita’che spesso e’ condizionata dagli altri , o dagli eventi della vita.
In meditazione puoi accedere ad altri piani di percezione ed attivare la parte intuitiva. Attraverso una pratica costante della meditazione potrai affinare ed imparare a utilizzare il sesto senso come gli altri 5.Puoi approfondire leggendo:”Come schiudere le porte dell’imtuizione attraverso la meditazione” .
Mi spiego meglio, meditando entri in contatto con la tua essenza che e’ qualcosa di piu’ grande, che contiene la tua identita’ ed i ruoli che rivesti, da quelli familiari a quelli lavorativi,MA NON NE E’ DEFINITA.
La tua essenza contiene tutto questo al suo interno, ma e’ infinitamente piu grande, e non e’ cosi’ facile spiegare questo perché se ne fa esperienza MEDITANDO appunto.
Quali sono i benefici della meditazione:accrescere la consapevolezza di sé e percepire la parte che sta oltre la personalità che ci portiamo dietro e che mostriamo agli altri, e nella quale ci siamo IDENTIFICATI.
La prima cosa che devi imparare se vuoi iniziare a meditare e’ portare la pratica nel quotidiano. Meditare una volta al mese non serve, se non a farti comprendere che NON RIESCI A MEDITARE.
Per me e’ stato fondamentale, e lo e’ sempre riuscire a creare e a curare nella propria casa un luogo molto intimo e privato da dedicare alla meditazione. Se ti prendi il tempo per leggere quella parte di me che qua e là condivido nel blog, leggerai che io mi sono spostata spesso negli ultimi anni, ed ho vissuto in molte case differenti .Per questo motivo e’ stato impegnativo riuscire a meditare , anche solo ricreare ogni volta uno spazio idoneo.Ma la motivazione era grande e ci sono riuscita sempre.Questo e’ accaduto perche’ meditavo’ gia’ da almeno un paio d’ anni quando ho iniziato a spostarmi .

Ti elenco tre punti CHIAVEper poter cominciare la pratica della meditazione:
1-per meditare devi crearti uno spazio dedicato , o,almeno individuarne uno facilmente allestibile con cio’ che ti aiuta a meditare, nella tua casa.
2-dimentica tutto cio’ che hai letto ed imparato sulla meditazione, e coltiva la tua modalita’ per meditare, avendo cura di tanto in tanto di rinnovare il modo in cui mediti, a seconda del momento che stai vivendo.
3-individua un momento della giornata in cui puoi dedicare dai 10 ai 20 minuti a questa pratica, e cerca di NON SALTARE NEANCHE UN GIORNO, per un paio di mesi…se ce la fai vincera’ la meditazione!
Scendiamo ora un po piu’ nel dettaglio.

Cosa significa espandere la coscienza.Quando sei raccolta in meditazione , le prime volte cercherai di NON PENSARE, di creare quel vuoto in cui la meditazione ”ACCADE” come diceva OSHO.
Ti concentrerai sul respiro, porterai l’ attenzione al tuo corpo ,potrai praticare una meditazione guidata ,seguire un CD di musica da meditazione.All’ inizio tutto questo e’ indispensabile alla preparazione della meditazione.Sino a quando la tua attenzione sara’ catturata da questi preparativi, non starai ancora meditando
Questo succedera’ un po’ di volte, e subentreranno distrazioni, emozioni, alle volte sara’ difficile restare ferme e concentrarsi.Ma poco alla volta ,la costanza sara’ premiata ed iniziera’ ad accadere qualcosa di diverso.
Probabilmente non riuscirai che per pochi istanti a sospendere i pensieri, e soltanto dopo un po’ di tempo e pratica, ma noterai che tutto il tuo essere sara’ in ascolto, che qualcosa che sta oltre te stesse bussera’ alla porta ed entrera’.
E quando questo accadra’ scoprirai cos’ e’ veramente la meditazione, e capirai che non e’ possibile tradurla in un racconto descrittivo, che sarebbe limitante.
Quando accadra’ stare ferma non sara’ piu’ fastidioso, concentrarsi non sara’ difficile , il tempo in cui resterai in meditazione si dilatera’.
Scioglierai nell’ esperienza meditativa i dubbi, le preoccupazioni, alle volte anche qualche piccolo malessere e rinascerai da questo nulla piu’ forte, piu’ consapevole, piu’ collegata alle tue risorse spirituali.
Se la meditazione e’ praticata bene puo’ capitare di sedersi a meditare con un inizio di mal di testa e sentirlo spazzare via in pochi minuti.
Potrai iniziare a meditare in gruppi di meditazione, e questo rendera’ piu’ facile l’ esperienza, il mio consiglio per poter cogliere i benefici della meditazione e’ quello di iniziare anche a meditare da sola tutti i giorni.
Col tempo imparerai a portare nella meditazione cio’ che ti interessa o ti preoccupa in quel particolare momento e questo segnera’ l’ inizio di un vero e proprio lavoro interiore.
Per facilitare questo aspetto della meditazione potrai tenere accanto a te un mazzo di carte ispiratrici o un libricino di aforismi o ”IL GUERRIERO DELLA LUCE”di Paulo Coelho,o I-Ching.

Io di solito prima medito e poi cerco ispirazione aprendo a caso un libro o prendendo una carta.E oramai non mi sorprendo più per la precisione dei consigli che mi arrivano.
Io preferisco meditare la mattina, cosi’ ho tutta la giornata a disposizione per vivere le ispirazioni che ricevo e verso sera faccio una REVISIONE di quanto accaduto.E mi addormento chiedendo ciò di cui ho bisogno, e ringraziando.
Ma, ripeto, tutto questo e’ indicativo.La meditazione e’ un’ esperienza intima e profonda , e non e’ fine a se stessa, ha molti benefici e doni che si manifestano dopo alcuni tempi di pratica costante. E’ importante adattare la meditazione alla propria vita anziche’ cercare di modificare abitudini per meditare.
Cosa accade dopo molto tempo:in un lasso di tempo che varia da tre mesi a un anno circa , la vita della persona che medita lentamente cambia.Ti accorgerai di avere un nuovo approccio alla quotidianita’, sentirai il bisogno di meditare,avrai maggiore capacita’ di concentrarti e di rilassarti.
Ogni evento della vita avra’ su di te un effetto piu’ dolce,riuscirai a rivedere le priorita’, a ridimensionare paure e stress.Entrerai piu’ in profondita’ nei tuoi pensieri e sarai maggiormente capace di decidere :le scelte saranno dettate maggiormente dalla consapevolezza di cio’ che ti corrisponde ed e’ armonico con la tua coscienza, e molto meno saranno influenzate da paure o giudizio o opinioni degli altri.Emergera’ piano piano la tua autenticita’.

Ricorda che all’ inizio dovrai sperimentare e capire quale tipo di meditazione e’ possibile e utile per te.
In questo modo , sperimentando e scoprendo modi e situazioni tra loro differenti di meditare scoprirai come ti riesce naturale meditare e scoprirai i benefici di questa pratica.Potrebbero emergereaspetti curiosi.

Per esempio con iltempo ho scoperto che per me e’ naturale meditare con una pietra che sostiene la parte inferiore della colonna vertebrale. Ho in casa almeno tre o quattro sassi che uso per sedermici sopra quando meditoCosi la meditazione e’ per me più comoda e profonda.Ed e’ un aspetto che ho iniziato a comprendere meditando seduta sugli scogli in riva al mare.


Aggiungo: fai della meditazione un esperienza globale. Come? Non tralasciando il corpo. Io prima di meditare faccio i miei esercizi, attivo il corpo, e soltanto quando sento che il mio corpo e’ presente medito.
Esistono pratiche meditative che coinvolgono piu direttamente il corpo, che hanno un effetto ancora piu’ potente ed e’ consigliabile sperimentarle in gruppi.Sono un esempio le meditazioni di OSHO (dinamica, KUNDALINI ecc…),altri tipi di meditazione possono coinvolgere gli elementi della natura,i suoni di alcuni strumenti come il gong,il tamburo, le campane tibetane.

Se vuoi cominciare a meditare parti da questo articolo.E poi leggi quest’ altro ”Come allestire e curare lo SPAZIO SACRO in cui meditare”.

Ti consiglio di intraprendere l’esperienza della meditazione e di sperimentare i suoi benefici.