Uncategorized

I Fiori di Bach e la necessita’ di esprimere i bisogni dell’ Anima


Ho iniziato a studiare I Fiori sui libri di Mecthild Scheffer .,che molto bene descrive gli stati d’ animo che si giovano della somministrazione di ciascuna delle 38 essenze floreali.La parte piu’ interessante del Suo insegnamento rispetto all’ utilizzo dei fiori , quella che mi e’ rimasta nel cuore e’ la spiegazione del loro effetto.La vera azione vibrazionale dei fiori e’ quella di rendere ”POSSIBILE”una comunicazione diretta con la nostra Anima,o se preferiamo il nostro Sé Superiore.Nei libri c’é una immagine molto bella di come l’ azione dei fiori apra letteralmente i campi energetici per mettere in contatto a livello della sommita’ della testa il campo energetico del corpo umano con la parte piu’ elevata che si trova sopra al nostro settimo chackra.
La potenza di questo rinnovato contatto rende accessibili le risorse della nostra anima alla nostra limitata coscienza del quotidiano.L’ effetto e’ quello di rendere piu’ accessibili le informazioni evolutive e trasformative. Con i Fiori e’ possibile creare nuova armonia a partire dalla disarmonia,ripristinare un collegamento tra le esigenze dell’ anima ,le pretese della nostra mente e i bisogni del corpo.
Quello che si crea e’ un equilibrio nuovo che armonizza i nostri tre livelli :FISICO,MENTALE e SPIRITUALE.Ma cosa accade poi in sostanza quando questo CONTATTO viene RIPRISTINATO?
In che modo l’ anima ci comunica cio’ di cui abbiamo bisogno per essere consapevoli e comprendere cosa fare a livello pratico?
Sempre nei libri della Scheffer si parla molto dei sogni, di come somministrati i fiori ci sia un aumento considerevole dell’ attivita’ onirica che ,attraverso metafore che gli sono proprie ci mostrera’ cosa NON FUNZIONA nella nostra vita.
Quali aspetti dobbiamo osservare, e cosa abbiamo sinora ignorato, cosi’ tanto da produrre una disarmonia nel nostro sistema emozionale, o addirittura nel corpo fisico?Cosa non e’ idoneo al processo evolutivo della nostra Anima? Da cosa dobbiamo prendere le distanze? Quali aspetti della nostra vita stiamo evitando di mettere a fuoco ,per poter continuare a vivere sempre nello stesso modo? Come possiamo accontentare le esigenze dell’ anima?
Quando ho iniziato a prendere i fiori,il mio matrimonio si trascinava per abitudine, ma sia io che mio marito avevamo oramai vite diverse,ì.Ho sognato che nel soffitto di casa c’ erano dei buchi enormi, da cui non si vedeva il cielo, ma una specie di oscura soffitta.Anche il mio lavoro non mi rappresentava ,in quel momento, e mi e’ apparso in sogno il luogo in cui lavoravo.Quando sono entrata tutto era diverso:le pareti colorate, il pavimento in legno e tante donne sedute a terra che si raccontavano le loro esperienze.Mi sono accorta che in questo caso ho visto in anteprima il mio lavoro di counseling o comunque esperienze di condivisione con gli altri ,ho visto quello che desideravo e quello che avrei vissuto anni dopo .Ho compreso che non sarebbe durata ancora a lungo, la mia esperienza lavorativa di quei tempi, e cosi’ e’ stato.
Quindi l’ anima si e’ manifestata attraverso i sogni, e per quel che mi riguarda i suoi messaggi sono stati molto eloquenti e precisi.
I Fiori di Bach hanno questo meraviglioso potere, metterci in contatto coi desideri dell’ anima, mostrare alla nostra coscienza cio che viene ricacciato continuamente nell’inconscio dai condizionamenti e dalle paure. I Fiori ci restituiscono la volonta’ di ESSERE ed il CORAGGIO di allineare le nostre AZIONI a cio’ che desideriamo MANIFESTARE.
Ci aiutano a tornare sui nostri passi se abbiamo deviato rispetto al nostro sentire ed a recuperare la passione per la nostra vera MISSIONE di VITA.
Operano una vera e propria GUARIGIONE .
La Floriterapia e’ un metodo VIBRAZIONALE,ENERGETICO,assumere i fiori significa introdurre delle frequenze armonizzanti,.L’ armonia si ricrea fra noi e la NOSTRA ANIMA, questo vuol dire che in nome di questa ricreata armonia saremo meno propensi ad adattarci, a rinnegare i NOSTRI VALORI,ad ascoltare chi pensa di sapere meglio di noi come dobbiamo vivere.Per ricostruire un armonia intorno, nel mondo che ci circonda di solito ci vuole un po’ piu’ di tempo.Sempre nei libri della SCHEFFER si sottolinea come per le persone adulte e’ piu’ lento il processo di GUARIGIONE attraverso la FLORITERAPIA.Mentre nei bambini la ripresa e’ veloce, per le persone adulte, soprattutto se trattiamo coi fiori situazioni ormai croniche e datate e’ necessario prolungare la somministrazione dei rimedi per qualche settimana o addirittura qualche mese prima di ottenere dei risultati.Anche se spesso c’ e’ un miglioramento sin da subito.
Quello che accade assumendo i fiori spesso coinvolge anche gli altri componenti della famiglia o di altri contesti sociali.
Per questo motivo i Fiori sono di solito consigliati anche alle mamme quando si somministrano ai bambini, e ad altri familiari che vivono a stretto contatto con chi sta assumendoli.
Dai Fiori c’ e’ da aspettarsi molto di piu’ di quello che si vuole ottenere, e questo di piu’ corrisponde ad un livello maggiore di consapevolezza.Per questo sono in grado di offrire spunti per trasformare ed evolvere.Attraverso le porte che apriranno i fiori ci sara’ lo spazio per esprimere i bisogni della nostra anima.