Counseling Olistico :che cos’ e’ e a cosa serve?

Quando parlo con le persone e dico di essere counselor spesso mi rendo conto che questa professione e’ poco conosciuta.

Come e’ possibile definire in altro modo un counselor?Il counselor costruisce assieme al cliente una relazione capace di portare aiuto.Il counselor olistico nel portare aiuto utilizza tecniche apprese nella sua FORMAZIONE OLISTICA.

Il counseling olistico e’ costituito da una serie di iincontri di solito della durata di un’ ora in cui si spazia dal dialogo conoscitivo, al lavoro sulla consapevolezza corporea e RADICAMENTO.

Ci si focalizza sul problema portato dal cliente e si OSSERVA questo ”problema” cogliendone gli aspetti emotivi, si elabora e si ascolta quello che il corpo ci racconta del problema o si prende cosciena che il corpo ignora totalmente l’esistenza di quel problema.

Se il counselor ha una discreta intuizione ed esperienza sara’ in grado di bypassare i contenuti mentali per focalizzare l’ attenzione del cliente sulla sua emotivita’.

Il motivo per cui abbiamo bisogno di qualcuno che ci aiuti a comprendere noi stessi e’ insito nell’ abitudine reiterata di pensare che la mente sia in grado sempre e comunque di guardare ai problemi nella loro globalita’.E di avere dentro la mente stessa le risorse necessarie a trovare soluzioni.

In relta’ ed ancora di piu se consideriamo l’ uomo dal punto di vista olistico sappiamo che il corpo e la mente ed anche lo spirito sono strettamente interconnessi tra loro.

Ed il corpo conserva memoria dei nostri vissuti emotivi e di quelli dei nostri antenati a cui si sente alle volte particolarmente legato.

Il counselor olistico puo’ contare sulla visione ENERGETICA dell’ essere umano .Esattamente come un meccanico farebbe con una automobile in panne individua i circuiti”elettrici” in cui l’ energia e’ bloccata, scorre troppo velocemente , oppure prende direzioni differenti da quelle utili per un buon funzionamento del motore.

In alcuni casi mi capita di utilizzare l’ albero genealogico,oppure i fiori di Bach,

Il counseling non offre l soluzione ai problemi ma aiuta a capire in che modo ce li siamo creati,qual ‘e’ la nostra responsabilita’ rispetto a noi e ripetto agli altri.

Arrivare ad essere consapevoli di quanto inconsapevolmente abbiamo messo in atto per creare la situazione in cui ci troviamo fa la differenza.

E ci rende capaci di operare quei cambiamenti necessari per riprendere il fluire della nostra vita, rinunciando a controllo,manipolazione,dipendenze a favore di una resilienza e capacita’ di accettare qualche rischio per perseguire i nostri obiettivi.